Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente

Organo Straordinario di Liquidazione

OSL

Calendario eventi

<<  Marzo 2019  >>
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

...ultime dall'Albo Pretorio

NEWS 29/10/2015: SUMMIT CON LA DITTA PER RECUPERARE IL TEMPO PERDUTO: IN ARRIVO IL CRONOPROGRAMMA PER L'AMPLIAMENTO DEL CIMITERO

Marano - “Sono diventata assessore da pochi giorni, in un consesso giovanile, ho subito compreso la giusta agitazione sulla questione dei loculi cimiteriali. La capisco, è un peso che investe anche la sfera emotiva sugli affetti dei cari venuti a mancare. E' proprio per questo che ho voluto che fosse dall'inizio il mio primo impegno, ma affinchè non si creino falsi allarmismi, inutili, bisogna sgombrare il campo da alcune imprecisioni che circolano e sono diffuse anche dagli organi di stampa”.

Così la neo assessora al Cimitero del Comune di Marano, l'avvocato Marina Di Palma, commenta e fa il punto della situazione sulle problematiche sorte negli ultimi anni e che riguardano l'ampliamento cimiteriale e l'assegnazione dei nuovi loculi.

“La questione è diventata ad un certo punto delicata – continua l'assessore Di Palma – e ha pesato con rallentamenti e difficoltà. Gran parte delle lamentele sono sacrosante, è stato un danno inaspettato alla comunità, e, direi, come un fulmine a ciel sereno. Ora però non bisogna nemmeno lasciare più spazio alle strumentalizzazioni, è un falso mantra, le risposte ci sono”.

E' infatti avvenuto in questi giorni un incontro cruciale e risolutivo tra i tecnici incaricati dagli Amministratori Giudiziari ed il R.U.P. per la definizione di alcuni ultimi punti necessari al completamento dell'opera cimiteriale.

“Gli Amministratori Giudiziari della ditta Mastrominico ed i tecnici – spiega ancora l'assessore al Cimitero - si sono impegnati a consegnare al Comune di Marano, in soli quindici giorni, il cronoprogramma ed il piano economico-finanziario. Tali documenti sono quelli assolutamente necessari affinchè vengano nell'immediato predisposti gli atti amministrativi da deliberare in Consiglio Comunale per il completamento, ciò al più presto. Ormai è solo il tempo burocratico da attendere, ma quello è necessario ovunque”.

Stesso obbligato percorso per il collaudo.

“La normativa disciplinante la materia – conclude l'avvocato Di Palma - non ci consente un collaudo parziale, ma solo a completamento dell'opera (art. 141 d. lgs. n. 163/2006). Anche a questo tempo tecnico non saranno aggiunte lungaggini ulteriori”.